Il paziente nefropatico con terapia conservativa

CIRCOLO DELL’AMICIZIA S. Pio X, Martedì 12 dicembre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo, si terrà un incontro con il Dr. Alberto Albertazzi sul tema: “il paziente nefropatico con terapia conservativa”.

L’incidenza della malattia renale cronica è molto elevata (circa 8 persone su 100 in Italia soffrono di insufficienza renale cronica) e spesso questa situazione non viene tempestivamente diagnosticata e quindi opportunamente trattata.

E’ quindi importante precisare come effettuare la diagnosi e come effettuare una adeguata terapia per evitare il progressivo peggioramento fino alla necessità di ricorrere alla dialisi o al trapianto renale. Il dr. Alberto Albertazzi chiarirà cosa (educazione nutrizionale) e quando si deve intervenire soprattutto per correggere le complicanze presenti nel paziente nefropatico.

Tutti sono invitati.

Seguire Gesù sulla strada

CIRCOLO DELL’AMICIZIA AZIONE CATTOLICA • PARROCCHIA SAN PIO X  VIA BELLINI 101

 Martedì 5 dicembre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da Piazzetta S. Murialdo (parcheggio chiesa S. Pio X, via S. G. Bosco), il Circolo dell’Amicizia e l’Azione Cattolica parrocchiale organizzano un incontro con i membri del Consiglio Diocesano dell’Azione Cattolica della Diocesi di Modena – Nonantola sul tema: “Seguire Gesù sulla strada”.

La proposta prende spunto dal percorso formativo per gruppi adulti dell’Azione Cattolica Italiana “Attraverso”: attraversando i luoghi della vita diventiamo davvero discepoli di Cristo, capaci di interpretare e capire che cosa in essi il Signore dice, che cosa chiede, come provoca la nostra intelligenza e la nostra responsabilità.

L’occasione sarà utile ai soci dell’AC di S. Pio X e S. Lazzaro per incontrarsi, anche in vista della veglia diocesana del 7 dicembre, che si terrà nella chiesa di S. Pio X alle 20.30, e per chi è stato aderente all’AC o è impegnato in altre Associazioni parrocchiali, per riprendere i contatti e percorrere assieme un tratto di strada.

Tutti sono invitati

La nuova legge elettorale detta del “Rosatellum”

CIRCOLO DELL’AMICIZIA PARROCCHIA S. PIO X, martedì 28 novembre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo, (parcheggio chiesa S. Pio X, via S. G. Bosco), si terrà un incontro con l’Avv. Michelangelo Strammiello, che tratterà il tema: La nuova legge elettorale detta del “Rosatellum”.

Il Parlamento dopo le pronunce della Corte Costituzionale che aveva bocciato le precedenti leggi, ha approvato la legge denominata “Rosatellum “. Con il Rosatellum si torna a un sistema elettorale misto maggioritario-proporzionale, già sperimentato tra il 1993 e il 2005 con la legge Mattarella, i due criteri che hanno caratterizzato le elezioni degli ultimi venti anni di Storia Repubblicana.

Questa legge che ai più è apparsa controversa sarà la nuova legge elettorale con cui le forze politiche si sfideranno prossimamente in vista delle elezioni future. Ne andremo alla scoperta cercando di comprendere i meccanismi interni evidenziando nel necessario dibattito le critiche favorevoli e negative le quali hanno accompagnato la difficile approvazione che ha visto porsi per bene otto volte la questione di fiducia al fine di arrivare ad un testo il più condiviso possibile. Tutti sono invitati.

Il Romanzo di Modena

CIRCOLO DELL’AMICIZIA S. Pio X, martedì 21 novembre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo (parcheggio chiesa S. Pio X, via S. G. Bosco) si terrà un incontro con: Francesco Sala, Medico, che tratterà il tema: Il Romanzo di Modena.

I romanzi di Francesco Sala, accanto ai personaggi che animano le storie, hanno un altro indiscusso protagonista: la città di Modena, con i suoi angoli caratteristici, le sue atmosfere, i suoi abitanti.

Essa emerge quanto mai viva e palpitante, non come un semplice sfondo ma con tutta la ricchezza della sua umanità che l’autore ricostruisce e fa rivivere con la passione che si deve alle proprie radici. E proprio in questo sta l’unicità dei racconti di Francesco Sala: un immergersi appassionato nelle atmosfere sognanti di un passato che non c’è più, che si fa memoria condivisa e si incarna nelle storie vere delle persone, facendosi strumento per interpretare l’attualità.

Francesco Sala, il 23 settembre a Viareggio, è stato proclamato vincitore assoluto, con il romanzo “Il ladro di Miracoli”, in occasione dell’ XI edizione del Premio Letterario Nazionale “Il giovane Holden”. Il 7 ottobre 2017 “Il ladro di Miracoli” è stato proclamato terzo assoluto alla XXXIV edizione del premio letterario Città di Cava dè Tirreni. Tutti sono invitati.

I compiti del Distretto sanitario di Modena

CIRCOLO DELL’AMICIZIA S. Pio X, martedì 14 novembre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo si terrà un incontro con: dr. Andrea Spanò – Direttore del Distretto Sanitario di Modena che illustrerà: i compiti del Distretto di Modena: garante, per i cittadini, delle relazioni operative tra i diversi servizi territoriali pubblici, le strutture private accreditate e gli Ospedali di riferimento e con i Servizi Sociali del Comune di Modena.
Dato che la popolazione continuerà ad invecchiare, modificando il contesto epidemiologico che sarà caratterizzato da un’inerzia dei processi demografici, (allungamento della vita e diminuzione dei soggetti giovani) con un aumento dei pazienti affetti da una o più patologie croniche con livelli crescenti di fragilità. Questo scenario comporta una modifica dell’approccio sanitario (Chronic Care Model) ed una rilettura dell’organizzazione a partire dai bisogni sanitari e sociali. Il dr. Andrea Spanò, infine, ci informerà sia, sulla campagna di vaccinazione anti influenzale che rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze, sia per le altre attività di promozione della salute e di prevenzione delle malattie. Tutti sono invitati.

Avere buone capacità relazionali è importante per condurre una vita sana, serena e piacevole…

CIRCOLO DELL’AMICIZIA, martedì 7 novembre, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo il Circolo si riunirà, in prossimità della festa di S. Martino, per trascorrere due ore in piacevole allegria, per consolidare le amicizie e stringere nuove relazioni con persone della parrocchia. Come ci ricordavano i geriatri, intervenuti in un recente incontro, avere buone capacità relazionali è importante per condurre una vita sana, serena e piacevole. Diversi studi hanno infatti dimostrato che abilità sociali e salute mentale sono intrinsecamente correlate. Imparare a relazionarsi agli altri è dunque fondamentale per diventare una persona più sicura di sé e con una vita ricca di rapporti positivi. Come tradizione, alla “tristezza del paesaggio autunnale” intendiamo contrapporre l’allegria della festa e la degustazione di torte e castagne portate da amiche esperte pasticcere. Nel durante,  verranno proiettate delle simpatiche diapositive intervallate dalla lettura di barzellette  e di racconti tradizionali per ridere tutti insieme. Vi aspettiamo numerosi. Tutti sono invitati.

aMoDo

CIRCOLO DELL’AMICIZIA PARROCCHIA S. PIO X, martedì 31 ottobre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da P.zza S. Murialdo (parcheggio chiesa S. Pio X, via S. G. Bosco) si terrà un incontro con la dott.ssa Giuliana Urbelli, Assessora al Welfare e coesione sociale, Sanità, Integrazione e cittadinanza che illustrerà: il nuovo servizio di ASSISTENZA MODENA DOMICILIARE “aMoDo e fornirà chiarimenti per la Domanda e l’accesso ai servizi sociali e/o socio sanitari del Comune di Modena. Con il nuovo servizio di sostegno alla domiciliarità “aMoDo”, l’assessorato al Welfare, intende, sia sostenere persone fragili in condizioni di non autosufficienza e le loro famiglie che scelgono la “domiciliarità” – assistenza a casa – sia, rafforzare il ruolo del pubblico nella ricerca dell’assistente familiare, favorendo regolarizzazione e qualificazione del lavoro.

Giuliana Urbelli spiegherà come il servizio intende rispondere alla richiesta di più assistenza domiciliare qualificata per perseguire l’obiettivo di mantenere le persone fragili e in condizioni di non autosufficienza nel proprio ambiente di vita, e di evitare situazioni di isolamento e carichi assistenziali difficili da reggere nel lungo periodo.

L’occasione potrà essere utile per approfondire altri servizi comunali sulla non autosufficienza. Tutti sono invitati.

IL DOPOSCUOLA A SAN LAZZARO

Come ogni anno, la parrocchia di S. Lazzaro ha attivato un servizio di doposcuola gratuito per i ragazzi delle scuole elementari e medie (o anche inizio delle superiori), lunedì mercoledì e venerdì pomeriggio, gestito interamente da volontari. Chiediamo se ci sono persone disponibili a prestare un piccolo servizio come insegnanti, anche solo due ore a settimana, nelle materie che ritengono più idonee. Più volontari ci saranno, più ragazzi potremo accogliere in questo servizio. Chi intendesse partecipare all’iniziativa, può contattare don Raffaele o Maurizio Braghiroli in parrocchia.

Mutina Splendidissima

CIRCOLO DELL’AMICIZIA. Martedì 24 ottobre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da Piazzetta S. Murialdo si terrà un incontro con la dott.ssa SILVIA PELLEGRINI del Museo Civico Archeologico di Modena che illustrerà la mostra: Mutina Splendidissima. Mutina definita da Cicerone firmissima et splendidissima, è stata una delle più importanti città romane dell’Italia settentrionale ma, a differenza di molte altre che condividono la stessa origine, non presenta evidenze del suo glorioso passato. In realtà la città romana esiste e si trova al di sotto delle strade del centro storico, custodita dai depositi delle alluvioni che si verificarono in epoca tardoantica. Il rapporto con questa realtà sepolta è stato pressoché continuo nel corso dei secoli e si è rivelato di fondamentale importanza nella costruzione dell’identità culturale di Modena. Silvia Pellegrini illustrerà e ci inviterà a visitare la grande mostra “Mutina Splendidissima” (Foro Boario, 25 novembre 2017 – 2 aprile 2018) che vuole rendere percepibile la realtà sepolta di Mutina attraverso una serie di eventi che favoriscano il dialogo fra passato e presente valorizzando tutti gli aspetti che lo straordinario patrimonio della romanità ha lasciato alla città moderna. Tutti sono invitati

“Il placebo, i farmaci e la tazza di brodo. Gian Paolo Vecchi e la sua scuola”

Circolo dell’amicizia. Martedì 17 ottobre 2017, alle ore 15.30, nella sala con ingresso da Piazzetta S. Murialdo si terrà un incontro con il prof. Baldo Flori per ricordare Gian Paolo Vecchi Geriatra e Gerontologo dell’Università di Modena, in occasione dell’uscita del libro: Il placebo, i farmaci e la tazza di brodo. Gian Paolo Vecchi e la sua scuola”un vero e proprio manuale di lavoro e consultazione che, attraverso le testimonianze di colleghi e allievi, propone l’attualità del pensiero del progetto scientifico e umano del professor Vecchi”. Baldo Flori ricorderà come ex Vice Sindaco di Modena e amico che il Prof. Vecchi individuò una “nuova età” tra il pensionamento e l’invecchiamento vero e proprio, una “età libera” in cui collocare una serie di iniziative volte alla prevenzione, al recupero della salute e della funzione mai totalmente compromessa e sempre migliorabile. Coinvolse Amministratori e Cittadini collocando nel territorio la sede naturale dei programmi di prevenzione di comunità: con scandalo diffuso portò migliaia di anziani nelle palestre, negli orti, nell’Università della 3° età di cui fu socio fondatore. La Casa della Salute di via Fanti a Modena sarà intitolata al professor Gian Paolo Vecchi, geriatra e amato professionista modenese.