Anche quest’anno, prima di iniziare le attività pastorali, ci troveremo a San Lazzaro per pulire e mettere in ordine gli spazi parrocchiali. È la terza edizione del Puliday, come simpaticamente è stato chiamato gli anni scorsi. Quando d’estate si va in montagna e si riapre una casa dopo tanto tempo, occorre sempre togliere le ragnatele, spazzare e passare lo straccio, pulire a modo bagni, scaffali e ripiani. Se uno ha il giardino, vanno tolte le erbacce e scacciati gli insetti … La nostra parrocchia è un po’ come una grande casa – ed è davvero enorme, sia dentro che fuori! -, con la particolarità che i mesi meno frequentati sono proprio quelli estivi. Siete dunque tutti invitati, perché del lavoro da fare ce ne sarà per tutti. Tre condizioni sono necessarie: 1. Portare qualche attrezzo per la pulizia, per aumentare l’operatività. 2. Comunicare la propria presenza, in modo da poter organizzare il lavoro (ma se uno arriva all’ultimo minuto lo prendiamo ugualmente). 3. Avere voglia di stare insieme, perché la pulizia è in fondo uno strumento per creare legami tra di noi.

Vi aspettiamo!