La parrocchia di San Pio X alla Settimana della CEI sull’Iniziazione Cristiana

Con questo titolo un po’ particolare si aprirà il nostro “racconto”. 

Sarà il racconto di come facciamo iniziazione cristiana a san Pio X per i fanciulli e i ragazzi e le loro famiglie. Un racconto che faremo martedì 2 luglio a Terrasini (PA) alla Settimana Nazionale per l’Iniziazione Cristiana promossa dall’Ufficio Catechistico Nazionale della CEI, presente anche il nostro Vescovo don Erio Castellucci. 

Davanti a 250 rappresentanti di molte diocesi italiane (direttori degli uffici catechistici, collaboratori diocesani, esperti anche di altri paesi) saranno raccontate 3 esperienze (la nostra, quella della Unità Pastorale di Zevio di Verona e quella della Parrocchia di santa Maria delle Vittorie a Bari). Le tre esperienze saranno analizzate da 14 gruppi di lavoro, alla ricerca di come oggi si possa agire per rinnovare l’Iniziazione Cristiana in Italia. 

Noi racconteremo… e questi noi sono Fabrizio e Annamaria Mattioli, assieme al figlio Tommaso, che per primi iniziarono il rinnovamento a san Pio nel 2009, Marco e Marinella Cavana, che scenderanno con il figlio Michele, don Ivo. 

Racconteremo anche a nome di Maurizio e Alessandra, di Silvia e Federico, di Florinda, di Chiara, Andrea, Daniela, Stefano e Monica, Francesco e Lara, Bruno e Betta, Sarah e Matteo, Elisa e Fabio, … cioè di tanti altri che negli anni successivi hanno continuato il progetto e lo hanno fatto evolvere. Un progetto che mette al centro gli adulti, che si preoccupa di ri-proporre la fede a chi ne si riavvicina alla chiesa per chiedere la catechesi e i sacramenti per i figli, che osa un “secondo annuncio” a chi ha smarrito l’attrazione per il primo che ha ricevuto poco o male…

Il titolo “Chi inizia chi?” che abbiamo dato al nostro racconto indica che fare iniziazione cristiana significa ripensare per sé la fede che si vuole comunicare per riproporla in modo nuovo agli altri, agli adulti e alle famiglie intere, anzitutto, per poi arrivare al primo annuncio ai bambini. 

Chi, infatti, ha bisogno di vangelo? I “lontani”, i genitori che “scaricano il bambino al catechismo” e si disinteressano? O non anche noi, i “vicini”, gli “annoiati” dalle solite parole, quelli che presumono di nona vere bisogno di conversione, che forse giudicano chi la fede non ce l’avrebbe…? Chi evangelizza chi? Forse ci evangelizziamo quando diventiamo capaci di annunciare la fede agli adulti. Catechisti capaci di parlare solo ai bambini non sono proprio “adulti nella fede”, non sono ancora all’altezza della sfida missionaria che attende la chiesa. 

Sul sito www.iniziazione cristiana.it trovare “Con chi?” e lì il programma della nostra settimana, dove racconteremo di noi, noi di san Pio X, che da dieci anni crediamo ad un sogno: rinnovare l’annuncio del vangelo e mettere al centro gli adulti per crescere e lasciarci sfidare dalla parola che il Signore ci rivolge. 

don Ivo