Continuiamo a presentare le branche che compongono il gruppo scout Modena 5, in occasione dei festeggiamenti per i 35 anni dalla sua fondazione, nel lontano 1984.

Dopo lo scorso articolo sul clan “MosaiKlan”, oggi è il turno dei Lupetti, in particolare del branco “Fiore Rosso”. Nell’AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, l’associazione giovanile di cui facciamo parte) esiste un gruppo (o meglio, una Branca) dedicata ai bambini tra gli 8 e i 12 anni e che mira a fondare quella che sarà la loro vita scout. 
Si pongono le basi necessarie per sviluppare i valori scoutistici, conditi di giochi, attività leggere e racconti basati sul “Libro della giungla” (adattato dall’omonimo romanzo di Rudyard Kipling) per far fruire gli insegnamenti anche ai più piccini. Insomma, molte attività ruotano intorno al concetto di “gioco”, che si concretizza nel saper seguire e rispettare regole precise, saper perdere e saper vincere, giocare di squadra e per la squadra. Fondamentale è la creazione del clima di “Famiglia Felice” da parte dei capi unità nella comunità, anche mediante l’utilizzo dei nomi legati all’ambientazione, all’interno della quale ognuno è fratello e sorella di ogni altro lupetto.

Il week end del 6 e 7 marzo noi lupi del branco Fiore Rosso ci siamo recati a S. Agata Bolognese per una caccia (cosi si chiamano le nostre uscite) di 2 giorni.
Dopo aver sistemato gli zaini all’interno della canonica della parrocchia siamo andati subito al parco per giocare tutti insieme e svolgere quelle che si chiamano Prede (impegni concreti e verificabili, atti a migliorare se stessi, che rientrano nel contesto della Progressione Personale). 
La sera ci siamo cimentati nel fare la pizza che si è rivelata molto buona. Dopo una bella dormita ci siamo recati nella Parrocchia del paese per la Messa e siamo ritornati a casa dopo un bel pomeriggio di attività divertenti.

Guido e
Matteo C.