La Parrocchia

Parrocchia San Pio X

Parrocchia San Pio X

La parola giusta per descrivere la nostra comunità è ‘in movimento’.

Siamo in movimento anzitutto perché nel nostro tessuto sociale convivono realtà molto differenti: da una parte vi è una grande presenza di anziani, gli abitanti ‘storici’ di San Pio che, a ridosso degli anni ’60, hanno cominciato a popolare l’area ‘musicisti’ appena fuori dal centro storico; dall’altra vi sono molte famiglie giovani, spesso provenienti dal Sud, che hanno trovato casa nel nostro quartiere e contribuiscono, soprattutto nel tempo del catechismo, a portare una ventata di novità nelle nostre tradizioni cittadine. Tenere insieme questa diversità significa già doversi mettere in movimento, perché le esigenze sono diverse e spesso è più facile far finta che l’altro non esista, o ritenere che le sue istanze siano poco importanti: ci si potrebbe fermare al fatto che i ragazzi che scorrazzano per il quartiere fanno confusione o, viceversa, dire che gli anziani sono un inciampo, perché gli dà fastidio tutto e si lamentano sempre che ‘le cose non sono più come una volta’!

Ma siamo in movimento anche perché stiamo lavorando affinché ogni persona della comunità possa diventare in qualche modo protagonista: attraverso l’ascolto del Vangelo e la condivisione delle riflessioni, specialmente nei tempi forti, diamo a tutti la possibilità di ‘avere parola’, di poter dire ciò che il Vangelo risveglia nella propria vita; attraverso la catechesi rinnovata cerchiamo di risvegliare i cammini di fede dei genitori, in modo che siano loro stessi ad accompagnare i figli alla scoperta della vita cristiana; attraverso le varie attività con i gruppi post-cresima diamo pian piano ai ragazzi responsabilità sempre maggiori, che siano l’organizzazione di spettacoli nella sagra, il centro estivo per i bambini, fino alla proposta di svolgere un servizio permanente, che sia nella liturgia, nella catechesi o nella carità; attraverso i ritrovi degli anziani (in particolare il ‘circolo dell’amicizia’) affermiamo con forza che il tempo per imparare e per rimettersi in discussione non è mai concluso, nemmeno alla ‘tenera’ età di 90 anni!

Infine, siamo in movimento nella liturgia: la celebrazione dell’Eucarestia domenicale è per noi il centro della vita parrocchiale, e cerchiamo sempre di renderla più ‘parlante’ e significativa. Il nostro gruppo liturgico, che si ritrova settimanalmente, ci aiuta a fare in modo che la Messa sia davvero ascolto e celebrazione della vita di Dio che si dona a noi in Cristo e della nostra vita concreta che viene trasformata insieme al pane e al vino.

Ecco perché la nostra comunità è ‘in movimento’!